ITINERARI CRITICI

1  -  2  -  3  -  4  -  5

 

[...] Altre nature morte di vasi e altri oggetti smaglianti, ritmano, con rigore neo-purista un fondo intonato ad assolute partiture dell'ambiente cromatico, dove i rosa, i turchesi, i viola, i verdi della giada si combinano come per un allestimento scenico di una fiaba d'Oriente. [...]

Carlo Barbieri

 

[...] Le campiture di spazi sono sempre ben equilibrate; il disegno lucido; il colore tutto teso agli accordi finissimi; la pennellata pulita, tersa. [...]

Paolo Rizzi

 

[...] Il colore stesso, quasi sempre acceso pur se controllato negli accostamenti e disposto con estrema intelligenza di toni, si equilibria perfettamente nell'enunciazione oggettiva e presenta alcune intuizioni cromatiche che impreziosiscono le stesure e le sostanziano di apporti senza richiami o riferimenti. [...]

Guglielmo Gigli

 

[...] Gli oggetti sono dell’esperienza, visti prima con gli occhi, trasposti poi   dalla fantasia in una realtà di gioia. La vivezza, la ricchezza del colore si     sommano insieme ad un estro lineare sottomesso alla ragione stilistica. Ne viene fuori da tutto l'opera di un napoletano europeo. [...]

Virgilio Guidi

 

[...] Espressione compiuta d'una verità mediterranea, con valori di tradizione classica, di sentimento poetico, di ricerca sottesa alla novità e al superamento, ancora di sole e di mare e di cielo nostri e pieni e vivi, questa pittura è uno specchio dell'anima, è un poetare piacevole entro ritmo assoluti e conclusi. [...]

Cécile Toumarinson

 

[...] Ogni sua opera conserva la freschezza della scoperta inattesa e della prima impressione, perché la sua pittura non è solo rivelatrice di una straordinaria sensibilità cromatica ma è traduzione di un colore e di una luce dell'anima. [...]

Arcangelo Izzo

 

[...] Ogni soggetto è per Viviani un problema di carattere e di tono a sé, che egli risolve unendo le doti tecniche ad una pacata vena lirica. I suoi dipinti si articolano attraverso incastri di forme dal profilo incisivo e dalla strutturazione compatta [...]

A.M. Secondino

 

[...] La sua pittura, che rivela acquisizioni da maestri francesi, appare elaborata con personale sensibilità, nell'intento di seguire i vari momenti di un movimento interno, in atto, pervenendo a gamme tonali, armonicamente interferenti, mediante un contrappunto che nella luminosità dei colori sembra vivificare le superfici: linee e colori, nel rilievo plastico, sembrano ritrovare un loro ideale respiro di espressiva risonanza. [...]

Giacomo Migone

 

[...] Se credo utile in sede di giudizio estetico una serie di rilievi di note compresenti che si risolvono in altrettanti giudizi notomizzati, io credo ancora di più illuminante sottolineare le sensazioni improvvise, immediate, quelle che si provano "d'emblèe" e la tua pittura mi ha colpito per quel vivo senso di animatezza che tu dai alle cose di natura, o esprimendo in forme evanescentemente sboccianti il ritmo generativo della "physis", o significando nel tremulo ondulato atteggiarsi delle cose il palpito vitale immanente.

[…] La tua arte mi pare la suggestiva trasposizione pittorica della sensibilità animistica talora dei fisiologi e degli scultori dell'Ellade arcaica, tesi - questi ultimi - alla resa del dinamismo e del vitalismo, talora dei decoratori di vasi etruschi, ma ancor meglio mi fa "vedere" quello che nelle loro intuizioni panpsichistiche videro i tanti uomini geniali del nostro Rinascimento. [...]

Giuseppe Martano

 

 

 

</body>